#28 Cara me, buon anno.

Cara me,

anche quest'anno siamo giunte alla fine. Anche quest'anno grandi propositi non ne hai avuti, così come non ne avrai per l'anno che comincia. Hai deciso che i buoni propositi sono una stronzata per far vedere agli altri che vogliamo fare le cose, senza poi farle davvero. Un po' come quelli che ogni giorno dicono "da lunedì comincio palestra" ma in palestra non ci vanno mai. 
Quest'anno è stato l'anno dei grandi cambiamenti. Sei partita, hai mollato tutto e sei andata via per fare quello che volevi e ci stai riuscendo, perciò sono fiera di te. Quest'anno sei cresciuta, hai imparato tante cose e sei migliorata, ma hai ancora tanta strada da fare. 
Quest'anno è stato l'anno dei "di più". Hai avuto più coraggio, ti sei amata di più, hai amato di più, hai perdonato di più, hai parlato di più, hai studiato di più, hai scritto di più. 
È stato l'anno delle prime volte: prima volta senza mamma e papà, prima volta senza le tue amiche, prima vacanza da sola con le amiche. Ma è stato l'anno delle seconde e delle terze occasioni che hai dato a tutti. Anche a te stessa un po'. Hai imparato che dalle persone che non ti aspetti puoi avere tanto e che quelle da cui ti aspetti qualcosa non ti danno nulla. quest'anno hai imparato a dire basta. Hai imparato che se qualcosa ti fa star male è meglio allontanarla, che le relazioni si fanno in due e che non puoi cambiare per gli altri. Hai imparato che la distanza è un ostacolo fisico, ma che il tuo cuore sarà sempre con chi ti vuole bene. Hai imparato a distinguere le amicizie vere dalle conoscenze, hai capito un po' di più chi ti vuole bene davvero e chi no. 
Insomma quest'anno siamo cresciute, siamo migliorate, abbiamo fatto casini, ci siamo ubriacate fino a non capire nulla, abbiamo riso fino a non avere più fiato, abbiamo pianto, siamo state male, ci siamo rialzate, abbiamo abbassato i muri e lasciato entrare più persone, ci siamo sentite forti, abbiamo sorriso e abbiamo sentito la mancanza di qualcuno. E ti volevo dire che mi dispiace per tutto ciò che non abbiamo fatto, per le lacrime che hai versato per chi non ne merita manco mezza, per il tempo che hai perso dietro persone che non hanno speso neanche un secondo a pensare a te. Mi dispiace che tu non abbia ancora capito quanto vali e che tu non sappia ancora cosa vuoi fare. Mi dispiace che tu abbia mollato atletica ma sono fiera di te per aver preso quella decisione che ti ha portata a stare meglio. Alla fine ce l'abbiamo fatta, siamo arrivate alla fine e domani comincia un'altra gara. Vivi di più da domani, fregatene di più, fatti meno problemi, perdi meno tempo, pensa più a te stessa, amati di più, magari vacci davvero in palestra. Non avere grandi propositi ma se decidi di fare una cosa falla fino infondo. Divertiti. Ubriacati. Ama. Studia. Lasciati andare. 

Ti voglio bene. 
con affetto,
me. 


ps: buon anno anche ad ogni singola persona che segue e legge questo blog, siete sempre di più o pure se siete sempre gli stessi sappiate che vi adoro e che se non ci foste voi a leggermi non sarebbe la stessa cosa. Buon anno anche se quest'anno per voi magari non è stato facile, buon anno se siete in Italia e non sapete se partire. Buon anno anche a tutti i miei amici che mi leggono e alla mia famiglia, mi mancate e il prossimo capodanno lo faremo finalmente insieme. 
Buon anno anche a tutti gli Exchange students, soprattutto ai miei compagni di viaggio, buon anno a voi pure se siete disperati perché stasera starete magari a casa con "Netflix and chill" ma buon anno anche a quelli che vanno a "un semplice party,niente di che" (Tom).
Insomma, buon anno a tutti quanti, e che il 2016 sia l'anno dei "di più" per tutti quanti. Ora questo libro lo possiamo chiudere e siamo pronti ad aprirne un altro. Magari insieme. 
Sempre vostra,

Sara. 

Fotine di Natale e non solo: 






Commenti

Post popolari in questo blog

#35 Quasi un anno dopo essere tornata.... come continuiamo?

#9 Lettera di presentazione alla hfamily!

#21 Scuola, amici, prime Skype