mes lecteurs

lunedì 25 maggio 2015

#18 Orientation, weppini, -96

Beeeeellla regà



Parto subito con il dire che questo post è dedicato a tutti i miei compagni e amici del gruppo di whatsapp e coloro con i quali ho riso o fatto la scema o giocato a carte e alla wep, che ha reso possibili questi tre giorni magnifici e che mi ha dato la possibilità di conoscere tutte queste magnifiche persone. Un ringraziamento speciale però va a Silvia, che mi ha fatta piangere dopo aver letto il suo post e che mi ha dato l'ispirazione per questo. 


Venerdì, sabato e domenica sono stati i tre giorni più belli di quest'anno. Credo di non essermi mai divertita così tanto e credo di aver fatto così tante cose e parlato con così tante persone che probabilmente non basterebbero 10 pagine per descrivere tutto.
Mi sembra ieri che mi sono iscritta al gruppo di facebook creato da Emiliano (ps: grazie Emi!) e mi è venuta la (brillante) idea di creare un gruppo su whatsapp. Eravamo tipo sei all'inizio, poi siamo cresciuti un po' e ci domandavamo se mai saremmo arrivati ad essere 25. Alla fine abbiamo dovuto decidere di non fare entrare più nessuno perché eravamo troppi. Giorno dopo giorno, tra di noi si è creato un forte legame, tale che quando ci siamo ritrovati in stazione a Bologna e poi a Ravenna è stato come se fossimo amici di una vita. Ci siamo abbracciati e stretti come se semplicemente non ci vedessimo da tanto, ci siamo raccontati cose stupide, abbiamo fatto figure di merda insieme come chiamarci per chiedere dov'eravamo per poi scoprire di essere uno dietro l'altro, abbiamo dormito in nove in un bungalow e guardato televendite fino alle tre del mattino, cercando inutilmente di prolungare il tempo insieme, perché più tardi si andava a dormire e più tempo si passava a ridere e scherzare. Come ha scritto Silvia, ci siamo mostrati per chi siamo veramente, senza paura di essere giudicati perché i difetti erano una cosa su cui scherzare su. Credo di non avere abbastanza parole per descrivere come mi sono sentita, in mezzo a trenta persone con cui avevo solo e soltanto parlato per messaggio e neanche in modo diretto, persone che normalmente avrei considerato estranee ma che poi sono corsa ad abbracciare non appena le ho viste e che quando ho dovuto salutare per l'ultima volta mi hanno fatto venire le lacrime agli occhi. Per una volta, non ho sentito mai il bisogno di mettere le cuffiette ed ascoltare la musica prima di andare a dormire, non ho sentito il bisogno di allontanare qualcuno da me, anzi, non vedevo l'ora di poter passare un po' di tempo con ognuno di loro. Ed era bello, vedere nei loro occhi le mie stesse speranze, le mie stesse paure, le mie preoccupazioni, le mie gioie, era bello ridere per delle cavolate, prenderci in giro senza che nessuno si offendesse, era bello persino prendere in giro la tizia dei gelati perché Renato era convinto che fosse strana perché quando dava il gelato sorrideva e poi tornava seria immediatamente.
Era bello ridere per i loro accenti, per il romano di Andrea e Gaia, il napoletano di Pier e Anto, il bergamasco di Davide e Alice, il non-accento di Silvia e Simona, l'erre moscia di Tommaso e potrei davvero andare avanti per mesi.
Ci tengo, anche io, a ringraziarvi per questi giorni, perché senza di voi non sarebbe stata la stessa cosa. Di certo non è stato un addio, ma un arrivederci, perché vi devo rivedere e in ogni caso alla prossima orientation saremo noi i Wep Buddies ahahah.
Grazie di cuore a tutti, perché avete contribuito a rendere la mia esperienza già bellissima, e avete creato dei ricordi indelebili. Moltissime cose le dimenticherò ovviamente, ma comunque vi porto nel cuore tutti quanti. Quando saremo in difficoltà, quando sarete in difficoltà, pensate sempre che non siete soli e che da qualche parte nel mondo, che sia con le pecore o che sia a mangiare baguettes o che sia ad abbuffarsi di hamburger e patatine, c'è qualcuno che vive la vostra stessa situazione e per questo non saremo mai soli.
Tommaso, Simona, Silvia, Gaia, Emanuele, Renato, Pier, Antonietta, Fulvio, Chiara (vedrai il Signore, non preoccuparti ahah), Davide, Andrea, tutte e due le Alice, Cristina, Emiliano (bionatura ti aspetta), Irene, Matilde, e chiunque io abbia dimenticato in questo elenco che mi sembra una cosa funebre, grazie e buon viaggio.
Vi penso, vi voglio bene, mi mancate.
ps: piccoli e Nicola nuova zelanda sono stati la gioia più grande. (Silvia questo è per te ahah)
pps: i succhetti (o succhini) ormai sono la mia vita (tommaso grazie)

Con amore,

Sari









Buon viaggio, Cesare Cremonini.

2 commenti:

  1. Ei ciao! Ho letto alcuni post del tu blog e mi sono piaciuti tantissimo! Vorrei aggiungerlo alla lista degli exchange sul mio blog! ricambieresti? :)
    Il mio blog è http://livingyourdreamabroad.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. heeey! scusami se ti rispondo ora ahah grazie mille! comunque,certo che ti aggiungo, lo faccio subito!:)

      Elimina